SEZIONI DEL BLOG

sabato 23 giugno 2018

Il blog chiude per ferie

Bookmark and Share

Il blog chiude dal 22 giugno al 7 luglio. 
Destinazione l'isola d'Elba, per due settimane in famiglia...ma con la bdc al seguito per le mie consuete uscite vacanziere... all'alba.
Se volete seguire i miei giri da quelle parti e vedere qualche foto andate sul mio account su Strava QUI
Keep in touch!

mercoledì 20 giugno 2018

Cactus Chronicles: bdc con gpm al Rifugio Revolto (20/6, 2018)

Bookmark and Share

Ultima uscita bdc prima delle vacanze estive e che mi vede dirigermi verso est, fissando il gpm ai 1336 mt del Rifugio Revolto.
Partenza da Verona attorno alle 12, con un caldone allucinante che la velocità di crociera stempera in parte in quanto dalle Quattro Strade di Lavagno a Sant'Andrea pedalerò con forte vento contrario o laterale, manco fossi in Valdadige di mattina.

Arrivo a Giazza con più fatica di quanto avessi previsto, pedalando la leggera ma costante salita che vuoi il caldo, vuoi il vento mi cuoce lentamente.
Inizia a Giazza la vera salita che mi porta al Rifugio Revolto, con la temperatura che man mano diventa sempre più fresca, agevolando la pedalata lungo i tornanti.

Arrivo al Rifugio con voglia di panetto e  coca e così sarà, prima di fare dietro front e rientrare a Verona.

Chiudo con 101 km e 1465 mt+

Cardio con 139 bpm di media e 163 max

Cadenza media in salita di 82 rpm ed in pianura di 94

Nel frattempo...
Mi giungono le foto di Bruno (G) e consorte, appena arrivati in aereo in Albania per un giro con le  gravel nel sud del Paese fino ai confini con la Macedonia e ritorno a Tirana, dove tra due settimane riprenderanno l'aereo per rientrare a Verona

Luca (P) è in Toscana per un evento BMC di cui diventerà rivenditore a breve (dopo Cannondale, Kona e Stevens) e mi manda foto della cena con Evans, Tafi, Nuyev ed altri campioni del ciclismo.

Keep in touch!

domenica 17 giugno 2018

Cactus Chronicles: bdc Verona - Avio (bicigrill) A/R (17/6, 2018)

Bookmark and Share

Vado dormire alle 0200 dopo aver partecipato a serata di compleanno con amici in un agriturismo.
La sveglia suona alle 0730 e non è che abbia gran voglia di faticare in salita ma l'uscita bdc non si discute.
Colazione durante decido di fare un lungo piattone (quasi) direzione nord, con tana libera tutti al bicigrill di Avio.
Visto la certa presenza del vento contrario monto al volo le appendici, che danno sicuramente una grande mano a soffrire un poco di meno.

Da Verona ad Avio sarà quasi tutta ciclabile, a parte alcuni tratti che faccio sulla statale.
Vento contrario...a buso..
Simpatico siparietto a Dolcè quando, a circa 500 mt davanti a me, vedo una coppia di stradisti di compagine trentina, che spinge decisa.
In uno strappo la coppia scoppia ed il primo allunga lasciando staccato il compagno, visibilmente stanco.
Aggancio il 2° e accelero sfruttando le appendici, riportandolo a Rivalta ad agganciarsi al compagno.
Non manca il suo cenno di ringraziamento quando devio per riprendere la ciclabile.
Arrivo al Bicigrill, affollatissimo di stremati randonneurs della Verona- Resia - Verona.
Coca e croissant e si riparte.

Il vento fino a Peri è nullo ma dopo Rivoli soffia laterale a tratti.
Arrivo a Verona e lungadige Attiraglio - chiuso al traffico - è quasi deserto.

Chiudo con 112 km e 580 mt+

Cardio con 147 bpm di media e 171 max

Cadenza di 96 rpm di media
Nel frattempo....
Ieri Pietro (P) diveniva Hero, terminando il lungo della Sellaronda Hero 2018 in 8h19', 30° assoluto M6.

Un caduta in gara che non gli ha impedito di arrivare al traguardo della durissima marathon di 86 km x 4500 mt+.
Complimentoni ancora, questa volta via blog, su Whatsapp già fatto.
Ci sono passato nel 2012 quindi capisco quanto tu possa esserne orgoglioso.
Keep in touch!

venerdì 15 giugno 2018

Cactus Chronicles: bdc sul lago con Salita delle Fasse e ritorno (15/6, 2018)

Bookmark and Share

Uscita bdc che inizia ad ora pranzo, con una temperatura che ti fa sudare solo a pensare di pedalare ma che la velocità di crociera mitiga e rende fattibile.
Direzione lago, con in tacca di mira la bella ed impegnativa Salita delle Fasse, che da Castelletto di Brenzone arriva a San Zeno di Montagna.
Da Verona alla Diga del Chievo, ciclabile fino a Piovezzano e arrivo a Lazise sul lago.

Tempo di essere sul lago e mi aggancia stradista che pensa di salire gratis sul treno ma a Bardolino gli faccio cenno di dare cambi e così sarà fino a Torri del Benaco, dove lui si ferma mentre io proseguo direzione nord.
Non c'è traffico, giornata stupenda con cielo terso.

A Castelletto devio per iniziare la Salita che nei primi 6 km è veramente impegnativa, poi si addolcisce.... per modo di dire.

Arrivo a San Zeno in 45' 36", stampando il nuovo PR che toglie 6'16" al precedente.
Sudato tantissimo in questo tratto.
Da San Zeno proseguo per il Passo dello Sceriffo e al bar prendo una coca e mangio una barretta.
Discesa verso Caprino ma prima mi fermo al cimitero di Lumini, dove riempio la borraccia.
Da Caprino ad Affi, Cavaion, Piovezzano e riaggancio la ciclabile che mi riporta a Verona.

Chiudo con 105 km e 937 mt+ (Strava come suo solito esagera dandomene 1304)

Cardio con 143 bpm di media e 171 max

Cadenza in salita di 75 rpm e sul piano 93

Il Relive del giro odierno
Keep in touch!

lunedì 11 giugno 2018

Cactus Chronicles: bdc post donazione tra ciclabili, vento, caldo e appendici (11/6, 2018)

Bookmark and Share

Uscita bdc feriale in ragione della donazione di sangue in mattinata che regala un giorno esente da lavoro, come legge prevede.
Donare sangue non mi affatica molto ma come al solito pedalo senza strafare, senza salite, pedalando lungo le ciclabili.
Per variare monto le appendici e ad ora pranzo parto direzione Diga del Chievo e quindi Ciclabile del Biffis direzione Ponton.
Caldo disumano, sfrutto le appendici nei tratti in rettilineo e arrivo a Ponton, dove vado a prendere la strada nella zona industriale che mi porta ad agganciare la nuova ciclabile che mi porterà fino a Peri.

Asfalto nuovo ma pochi lunghi rettilinei ed un'infinità di curve e controcurve, brevi salite e breve discese.
Qualche turista in ebike direzione Verona, non è che posso spuntare dalle curve troppo veloce quindi i rallentamenti non mancano.
La ciclabile ha dei bei tratti, sopratutto tra San Michele e Ceraino.

Arrivo a Peri, supero il ponte e prendo l' altra ciclabile, prendendo direzione Verona, ovviamente.
Da Peri a Rivoli forte vento contrario, stimato in 10 kmh e a tratti ancora più forte.
Le appendici servono ad assumere una posizione ove l'effetto vela del torso diminuisce ma è sempre fatica.
Arrivo a Verona agganciando stradista alla Diga del Chievo e lo trasporto con me fino a Ponte Catena, avendogli fatto cenno di mettersi a ruota.

Chiudo con 90 km e 448 mt+.

Cardio con 144 bpm di media e 175 max

Cadenza media di 95 lungo la tratta a/r.

Ora vediamo il meteo in settimana per pianificare le prossime uscite
Keep in touch!


domenica 10 giugno 2018

Cactus Chronicles: bdc in Lessinia regala PR (10/6, 2018)

Bookmark and Share

Uscita bdc in Lessinia, per scappare dalla graticola prevista a Verona e respirare quindi aria fresca.
Partenza di buon mattino che mi vede essere già in sella prima delle 8 e prendere la Valpantena direzione Bellori.
Da Bellori inizia la salita - divisa idealmente in due parti - che mi condurrà a Bosco Chiesanuova lungo la Strada vecchia.

E su questi 3 tratti che farò i nuovi PR con gamba che gira bene ma senza dannarmi troppo, tanto che ci scappano un paio di selfie uso blog/Strava salita durante.


A Bosco rifornimento e barretta e mi dirigo verso Velo via Valdiporro, San Francesco, Camposilvano. Tempo di scendere verso sud ed arrivare a Mezzane, dove vado a prendere la salita per Castagnè via Postuman e quindi discesa verso Montorio, Verona.

Chiudo con 80 km e 1622 mt+

Cardio con 138 bpm di media e 168 max

Cadenza media in salita di 82

Il Relive del giro
Domani mattina donazione sangue e poi l'intenzione sarebbe un tranquillo piattone in bdc direzione bicigrill di Avio e ritorno.
Nel frattempo mi giungono foto e news dalla maraia
Ieri Pietro (P) si fa in gravel mode l'ultimo lungo prima della Sellaronda Hero della settimana prossima. 105 km a/r di lungo argine dell'Adige da Verona a Legnago.

Roby (G) continua i suoi fine settimana alternativi. Questa volta in Toscana, dove pedala e va in spiaggia.

Keep in touch!

venerdì 8 giugno 2018

Cactus Chronicles: bdc sul lago e ritorno schivando la pioggia (8/6, 2018)

Bookmark and Share

Uscita bdc pomeridiana che mi vede sfruttare una finestra di 3 ore prima del successivo impegno e che mi vede pedalare direzione lago e ritorno.
Mattina iniziata con la pioggia ma le tre ore libere del pomeriggio paiono libere da pioggia - secondo il radar meteo e le previsioni -  ma al ritorno il rischio permane.
Sfido il fato partendo in estiva e col solo smanicato al seguito.


Da Verona sarà Diga del Chievo e poi ciclabile fino a Piovezzano.
Arrivo a Lazise e sarà lungo lago fino a Torri del Benaco.
Le nuvole e qualche tratto umido ricordano che in mattinata ha piovuto parecchio.

Da Torri prenderò la Salita per Albisano, sfiorando incidente con ragazzo che passo lo stop senza fermarsi e per poco non mi travolge ma gli dirò di tutto, nonostante si fosse scusato più volte.
Dalla rotonda prendo per Marciaga, Castion, Affi, Ponton, Settimo e  vado a riagganciare la ciclabile che mi riporta a Verona.

Chiudo con 87 km e 557 mt+.

Cardio con 138 bpm di media e 168 max

Cadenza con 82 rpm di media in salita e 93 in pianura

Gamba che girava bene e avrei potuto spingere molto di più.
Il Relive del giro

Relive 'BDC 08062018...lago e ritorno schivando la pioggia'

Keep in touch!

martedì 5 giugno 2018

Cactus Chronicles: bdc post lavorativa in modalità lanciata (5/6, 2018)

Bookmark and Share

Uscita bdc post lavorativa che mi vede ripercorrere la Ciclabile Pantani e abbandonare il tratto Verona - Montorio - Castagnè, che oramai mi è venuto a noia tante le volte che l'ho fatto negli anni.
Alla fine allungo i km e diminuisco l'ascesa ma l'importante è anche cambiare prospettiva.
In pratica, casa - Villa Buri - Ponte Zevio - 2 Alberi a/r.

Tratto di riscaldamento da casa a Villa Buri poi inizio il tratto veloce da Villa Buri al ponte di Zevio.

12,7 km praticamente piatti (18 mt+) in cui cerco di pedalare forte e tenere la velocità costante.
Ieri miglioro il PR abbassandolo di 1'36", cadenza media di 104 rpm, 



Soddisfatto del risultato e defatico dopo Zevio nel tratto fino ai 2 Alberi a/r

L'intera uscita si chiude con 42 km e 35 mt+, con il caldo  mitigato della velocità a/r nella ciclabile
Fortunato a non beccare la pioggia che poco dopo il rientro colpirà la città..
Cardio del giro 

Cadenza del giro

Ora prossima uscita venerdì, se mtb o bdc dipenderà dal meteo.
Keep in touch!