SEZIONI DEL BLOG

domenica 14 gennaio 2018

Cactus Chronicles: avviata la C.I.L. ciclistica (14/1, 2018)

Bookmark and Share

Uscita bdc a 48h di distanza dall'ultima che, contrariamente a venerdì u.s., restituisce buone sensazioni generali.
La partenza di questa mattina conferma che le temperature miti della settimana scorsa sono oramai un ricordo. In città ci sono 2° ma tempo di uscire ed ecco che alle 0830 il gps mi dice che ci sono 0°.
Non che li abbia sofferti tenuto conto che avevo scarpe invernali (e non degli inutili copriscarpe estive) e guanti adeguati con relativi sottoguanti in seta.
Da Verona prendo per il Chievo quindi Ciclabile del Biffis fino allo Strappo di Piovezzano.
Fin qui stradisti contati con una mano sola e il meteo che passa da pallido sole a nuvoloso.
Da Piovezzano prendo per Cavaion, Affi e a seguire Caprino.
Gambe oramai sciolte, sensazioni positive con il solo cardio che nel bpm medio si abbasserà man mano che accumulo km e mt+.
Da Caprino prendo per Zuane e quindi affronto i due classici strappi che in ripida salita mi porteranno prima a Rivoli e poi al gpm sopra la Diga del Biffis.
Proseguo per Gaium, Ponton, Pescantina e riaggancio la Ciclabile.
Mi supera ai 40 kmh uno stradista con le appendici da crono e ci metto poco a riagganciarlo e stare a ruota fino a Ponte Catena in città.
Prendo per la Salita delle Torricelle e giù in discesa verso Borgo Santa Croce dove concludo il giro mattutino.

Chiudo con 75 km e 566 mt+

Cardio che restituisce 154 bpm di media, max 186 e 13' di VO2 max.

























Di seguito i grafici su velocità e cadenza dell' uscita
Oggi sono tornato soddisfatto e non bisogna fare altro che... continuare a pedalare.
Oramai la Comunicazione di Inizio Lavori (CIL)... ciclistica è stata spedita.
Nel frattempo...
Ieri Ale (S) fa la sua unica uscita della settimana,  causa impegni di lavoro e di famiglia.
Uscita di qualità e quantità in mtb in Lessinia che le foto ben testimoniano.

Luca (P) invece sabato è andato al Ledro Fat Bike Festival in quel del Rifugio Garibaldi a Tremalzo.
Mi invia questa bella foto che ritrae la sua Surly con alle spalle il Gruppo del Baldo, visto dalle Alpi Ledrensi.

Keep in touch!

Nessun commento:

Posta un commento