SEZIONI DEL BLOG

mercoledì 25 aprile 2018

Cactus Chronicles: quartetto di mtb al galoppo (25/4, 2018)

Bookmark and Share

Dopo la giornata di domenica (non documentata nel blog ma solo su Strava) dove ho accompagnato come Guida Mtb due turisti austriaci alla scoperta della Valpolicella (chiudo con 111 km x 1100 mt+) ecco che questa giornata infrasettimanale di festa nazionale ha regalato un'uscita mtb tanto bella quanto allenante, con un quartetto di bikers al galoppo dal primo all'ultimo chilometro.
Partenza fronte bottega di Luca (P) con appunto Luca, Roby (G) e Pietro (P).
Direzione Poiano e a seguire arriviamo a Quinto via le stradine interne.
Tempo di salire lungo la Salita del Cardiologo che ci porta sul Monte Arzan.
A seguire Villa Guardini, Le Volpare e la Cola.
Ci dirigiamo verso Le Torbe continuando a seguire single track e sterrati, con l'ascesa accumulata che continua ad aumentare metro dopo metro.

Si continua a salire direzione Fane per poi andare al Gpm del Monte Fiamene, dove Roby decide di non proseguire e fa ritorno a casa.


A noi attendono gli impegnativi single e tratti del Monte Comun dove incrociamo Diego (B) con bikers del suo Team (Benetti), con i quali ci salutiamo allegramente.
Proseguiamo lungo tratti sempre impegnativi, tra brevi strappi e tecniche discese che ci riporteranno infine sul Monte Arzan.
Direzione Sud e arriviamo a Forte Biondella entrando a Verona.

Chiudiamo con 50 km e 1600 mt abbondanti di ascesa accumulata, con un profilo altimetrico dell'uscita che testimonia la quasi totale assenza di pianura ma sopratutto i numerosi tratti di salita impegnativa.

Lato cardio oggi ho dato, con 148 bpm di media e 175 di max

e con il 44% del tempo in zona 4 ossia esercizio elevato (80/90% della FC max) tipico di un allenamento di preparazione gara.
Ecco il Relive del giro
Un saluto ed un grazie della compagnia in questo bel giro tirato.
Keep in touch!

venerdì 20 aprile 2018

Cactus Chronicles: bdc al Piocio per l'ultima neve (20/4, 2018)

Bookmark and Share

Uscita bdc mattiniera di un venerdì preso di permesso per un impegno di famiglia dal primo pomeriggio.
Alle 0730 sono già in sella e fa già caldo con 17° ma porto smanicato e manicotti perché oggi il gpm è al Bivio del Piocio, con l'intenzione di mettere le ruote sull'ultima neve dell'anno.
Da Verona lungo la Valpantena in leggera salita e a Bellori inizia la lunga vera salita che mi porterà a Erbezzo.
Strava dirà che ho fatto il PR da Bellori ad Erbezzo ma questo senza cercarlo, lavorando di cadenza.
Giornata fotonica, cielo limpido e terso e temperatura che piacevolmente si abbassa man mano che salgo.

Da Erbezzo proseguo a salire verso il gpm via Rifugio Dardo e dopo Malga Darocchetto non mancano i tratti innevati ma comunque percorribili rimanendo in sella.

Da Bocchetta della Vallina al Bivio del Piocio la neve aumenta.

Al gpm indosso lo smanicato e giù in discesa verso Passo Fittanze non senza qualche sosta causa...neve.

Al Bar del passo Coca con panetto e bondola.
Discesa verso Erbezzo e proseguo direzione San'Anna d'Alfaedo.
Discesa verso Negrar dove prendo a salire direzione Montecchio (Bivio).
Discesa verso Quinzano, Verona e riprendo a salire direzione Santuario, Santa Giuliana e quindi scendere a Porte Vescovo via Piper.

Chiudo con 101 km e 2131 mt+ di ascesa.

Cardio con bpm medio di 146 e max 174.

Cadenza media in salita di 80

domenica 15 aprile 2018

Cactus Chronicles: bdc con gpm allo Sceriffo via Pineta Sperane (15/4, 2018)

Bookmark and Share

Uscita bdc sulla carta di scarico, per far girare le gambe dopo i 2k mt+ di venerdì ma che alla fine porterà in cascina il suo carico di legna.
Fine settimana con visita parenti quindi a pranzo non posso fare tardi e devo rinunciare all'uscita mtb con Luca (P), Roby (G) e Pietro (P) che si dirigono in Lessinia per pedalare una distanza marathon (foto a fine post).
Il meteo non è quello di ieri ma fa caldo, sono in estiva con manicotti e smanicato ma non mancano quelli in invernale/autunnale.
Si ripropone come ogni anno il quesito circa i miei problemi di termoregolazione o quelli degli altri....
Da Verona avvicinamento al lago via Diga del Chievo, Bussolengo, Piovezzano e arrivo a Bardolino.
Gambe di ghisa inizialmente ma una volta sul lago e dopo aver pedalato a 100 rpm circa (dalla partenza a Bardolino) me le ritroverò fresche e pimpanti.

Lungo lago fino a Torri del Benaco e attacco la salita, sapendo che comunque il gpm è al Passo dello Sceriffo via San Zeno -Pineta Sperane.
Tempo di iniziare la salita e i gruppi, coppie e singoli si sprecano.
Una battaglia, con un gruppo di mantovani ed un altro di bresciani tra i tanti della provincia.
Mi ritrovo con un gruppo di Lamacart a salire dello stesso passo

Prima mi accodo (foto) poi riprenderò quelli davanti e poi gli altri rientreranno ad Albisano Bivio, dove loro scenderanno ed io continuerò a salire direzione San Zeno.

Da San Zeno a Lumini via Pineta Sperane è il tratto più impegnativo di giornata ma salgo su bene senza soffrire.
Al gpm attraverso il passaggio dei bikers della Marathon Garda, arrivo a Lumini e proseguo fino al Passo dello Sceriffo dove incrocio nuovamente i bikers in gara.

Non scendo contromano fino a San Zeno (bikers in salita) e faccio dietro front direzione Lumini e quindi San Zeno.
Da San Zeno discesa fino ad Affi, a seguire Pescantina, riaggancio la Ciclabile e arrivo a Verona.

Chiudo con 101 km e 1007 mt+-


Cardio con 150 bpm di media e 177 max.

Cadenza media in salita di 84.

Ottime le sensazioni generali da lago in poi.

Luca (P), Roby (G) e Pietro (P) - come anticipato ad inizio post - erano in Lessinia e non mancano le foto che la maraia mi invia via whatsapp.
Pietro e Roby in azione

e Luca e Roby

Alla fine macineranno 68 km x 1731 mt+.
Ieri invece Bruno (C) in mtb pedala sulle dorsali a nord est e alla fine chiuderà con 45 km e 1300 mt+ abbondanti.


Tutti con gamba bella tonica e quindi pronti per le dure escursioni mtb che ci attendono da fine aprile in poi.
Keep in touch! 

venerdì 13 aprile 2018

Cactus Chronicles: tra Baldo e Valpolicella (13/4, 2018)

Bookmark and Share

Uscita bdc che porta in dote i primi 2K di mt+ ed una distanza già importante e che regala buone sensazioni, confermate anche da alcuni PR che scaturiscono da una cadenza di pedalata che permette sicuramente performances migliori.
Partenza ora pranzo da Verona, lungo il classico Ponte Catena, Diga del Chievo, Bussolengo, Piovezzano.
Direzione Caprino, dove attacco la prima lunga salita di giornata ossia la Caprino - Lumini - Passo dello Sceriffo - Prada Alta.

Sono quasi 16 km di salita, 5,4% media, 901 mt di dislivello.
Lungo la salita aggancio e supero qualche stradista.

Salgo su bene e dal Passo a Prada Alta abbasso di 2'08 il mio PR sul tratto e solo lavorando sulla cadenza.

A Prada Alta non fa caldo, alzo i manicotti e metto l'antivento.
Tempo di discesa verso il Passo e poi verso Caprino, non senza una deviazione volante verso il punto panoramico di Contrada Prabestema, per una foto del lago.

A seguire direzione Zuane, Rivoli e Ponton e quindi San'Ambrogio, entrando così in Valpolicella.
Arrivo a Negrar e prendo la salita verso il Monte Comun.
Gambe un poco di ghisa, alzo la cadenza e alla fine arriva un PR non previsto con un miglioramento di 8'24 rispetto al precedente!
Direzione Alcenago e a seguire la discesa verso Stallavena.
Direzione Verona ma a Poiano devio per la Castellana e quando al gpm vedo che mancano poche decine di metri ai 2000, proseguo a salire direzione Alter Ego, quindi dietro front e discesa verso Porta Vescovo, a seguire casa.

Chiudo con 121 km e 2017 mt+

Cardio con 139 bpm di media e 173 max

Cadenza media in salita di 81 rpm

Relive 'BDC 13042018...Tra Baldo e Valpolicella'

Ora prossima uscita domenica mattina, in bdc per un giro non particolarmente impegnativo di 70/80 km, sul lago e ritorno.
Keep in touch!

domenica 8 aprile 2018

Cactus Chronicles: bdc tra Valpolicella e Lessinia (8/4, 2018)

Bookmark and Share

Uscita bdc che chiude una settimana di spessore con 4 uscite in bdc che regalano 299 km x 4746 mt+ ma sopratutto ottime sensazioni.
Oggi si consumano le ultime banane della settimana su un percorso disegnato tra Valpolicella e Lessinia.
Partenza da Verona e a Ponte Catena aggancio trio di stradisti con il quale a ritmo regolare mi accompagno fino a Bussolengo. 
Poi loro proseguono per il lago via Flover mentre io devio per riprendere la Ciclabile che lascio per dirigermi a Sant'Ambrogio, dove inizio la prima lunga salita di giornata che mi porterà dalla Valpolicella alla Lessinia.

Da Sant'Ambrogio a Cavalo, proseguendo poi per Breonio e quindi Fosse.

Da Fosse prendo per Sant'Anna d'Alfaedo e a seguire Fane, dove prendo per Negrar.
Veloce discesa che mi porterà all'inizio della seconda salita, la dura Negrar - Montecchio via San Peretto.
A fine salita non mi dirigo a Montecchio ma proseguo a salire, prendendo in direzione nord.
Arrivo ad Alcenago e quindi discesa verso Stallavena.
Si tratterà di pedalare direzione Verona e dopo Grezzana, sarà la volta di Poiano, dove prendo la Castellana che mi porterà sulle Torricelle. 
Discesa verso Porta Vescovo e quindi direzione casa.

Chiudo con 101 km e poco meno di 1700 mt+ di ascesa positiva.

Cardio con bpm medio di 147 e max 175

Cadenza in salita di 82 rpm, la cadenza più efficace per le mie gambe, in termini di lavoro cardiaco e muscolare.

Relive 'BDC 08042018...tra Valpolicella e Lessinia'

Ora qualche giorno di riposo, poi mercoledì sarà la sessione di spinning con Luca (P), che per aprile prevede SFR.
Nel frattempo mi giungono foto ed info da altri ciclisti con i quali pedalo.
Ecco Luca (P) e Pietro (P) che ieri hanno pedalato un' impegnativa marathon in Lessinia (71 lm e 1961 mt+)

Roby (G) non pedala ma manda una foto dai Lidi ferraresi, dove ha passato un we al mare con il suo DS.

Anche Bruno (C) non pedala... ma scia. 
Ecco la sua foto dalla Val Gardena, dove conclude la sua stagione sciistica.

Della serie...nessuno si è annoiato.
Keep in touch!

venerdì 6 aprile 2018

Cactus Chronicles: bdc tra Lago e Valpolicella (6/4, 2018)

Bookmark and Share

Uscita bdc che prevedeva di cominciare ad aumentare la legna in cascina in termini di km e ascesa positiva.
Partenza ora pranzo da Verona e avvicinamento al lago via Ciclabile del Biffis, Bussolengo e Piovezzano, dirigendomi a Bardolino e arrivando quindi sul Lago di Garda.
Arrivo a Torri del Benaco e appena svolto vedo uno stradista a qualche centinaio di metri.
Non ci metto molto ad agganciarlo. 
Capisco dalla maglia che è tedesco e che fa triathlon, non solo dalla scritta sulla maglia ma anche dal modo di pedalare che, come mi ha spiegato Luca (P), è spesso molto in spinta e con cadenze basse.

Non esiste scia in salita, devi averne, lui accelera, io non mi stacco e così superiamo altri stradisti, alternandoci davanti e cercando di staccarci a vicenda e sorridendoci ad ogni sorpasso.
Al bivio per San Zeno gli chiedo dove va, mi dice San Zeno, io Passo dello Sceriffo e decide di venire con me al gpm.
Dal bivio pianta un'accelerata che mi stacca di una 50ina di metri ma lo tengo a tiro ed in progressione gli arrivo sotto a due tornanti da San Zeno e lo affianco.
Da San Zeno al bivio per Passo dello Sceriffo rifiatiamo e ci presentiamo a vicenda.
Trattasi di Andreas, 49enne tedesco del nord della Germania, in vacanza sul lago da quando era bambino ed innamoratissimo dell'Italia.
Come presumevo, un triatleta con una decina di Ironman sulle spalle ma che oramai ha abbandonato le competizioni.
Dal bivio al passo dello Sceriffo riprendiamo a tirare e, a seguire, discesa verso Caprino dove lo stacco di qualche centinaio di metri.

Da Caprino ad Affi dandoci cambi regolari e quindi ci salutiamo.
Io proseguo per Ponton e a seguire Negrar, dove vado a prendere la salita per Montecchio, affrontata in difesa, riprendendomi da Montecchio direzione Fane, dove la gamba riprende a girare meglio.
Al Dondolo dietro front direzione Grezzana, a seguire Quinto, la Castellana, Torricelle, Verona.

Chiudo con 121 km e 1600 mt+ di poco scarsi

Cadenza media in salita di 82, quindi sono molto soddisfatto, anche perchè scopro su Strava di aver migliorato il PR sulla Torri del Benaco - San Zeno

Cardio con bpm medio di 142 e max 177

Relive 'BDC 06042018...Verona, Lago e Valpolicella'


Pedalato in estiva con manicotti e smanicato, abbassati/tolto in salita e pianura
Ora prossima uscita domenica mattina, da decidere se mtb o bdc.
Keep in touch!