SEZIONI DEL BLOG

domenica 17 febbraio 2019

Cactus Chronicles: settimana ciclistica dal sapore primaverile (11 - 17/2, 2019)

Bookmark and Share


Settimana ciclistica che mi vede pedalare 3 volte (1 indoor + 2 bdc). 
Uscite bdc che si contraddistinguono per un meteo decisamente d'inizio primavera e per una condizione in crescendo.

Venerdì 15 febbraio.
Giornata meteo fotonica che spinge a salire di quota dove al gpm di Prada Alta c'è addirittura più caldo che a Lumini.


Da Verona a Caprino e quindi il gpm nobile di Prada Alta presso il ripetitore dove si poteva ammirare il lago ad ovest e le cime innevate del Gruppo del Baldo ad est.
Lunga salita da Caprino a Prada che il caldo rende meno invernale.
Rientro a Verona via lungo lago e Pastrengo.

Chiudo con 103 km e 1173 mt+

Cardio con 149 bpm di media e 169 max

Cadenza con 75 rpm di media in salita.

Per la cronaca, temperatura media giro durante di 13°

Domenica 17 febbraio
Uscita bdc che sin da subito mi restituisce gambe leggere e scattanti.
A porta San Giorgio aggancio gruppo dei Pedalò Valtramigna e con loro rimarrò fino a Piovezzano.

Proseguo su ciclabile iniziando ad affrontare fastidioso vento contrario per poi risalire fino al gpm di Rivoli via Pale Eoliche e quindi proseguire per Caprino e Costermano.
Discesa fino a Garda e poi direzione sud per poi andare a fare la Salita del Pigno.
Le gambe girano bene e fisso il nuovo PR

All'alba dei prossimi 56 anni non è male
A seguire direzione Affi e poi via ciclabile a Verona, dove arrivo a casa via Salita dei Mondiali, fatta agile agile.

Chiudo con 91 km e 767 mt+

Cardio con 155 bpm di media e 182 max

Cadenza media in salita di 80 rpm

Temperatura media giro durante di 10°
Keep in touch!

domenica 10 febbraio 2019

Cactus Chronicles: settimana ciclistica tra sole e pioggia (4 - 10/2, 2019)

Bookmark and Share


Settimana ciclistica che mi vede rientrare a pedalare dopo il post influenza che, seppur leggera, ha lasciato qualche tossina e di cui mi accorgo nell'uscita di venerdì... ma che domenica risulta essere oramai un ricordo.
Rientro che nelle due uscite mi fa vedere il venerdì il sole e temperature elevate (per la stagione in corso) che nuvole e pioggia la domenica.

Venerdì 8 febbraio
Uscita bdc direzione lago e già alla partenza il brutto segnale del sensore di cadenza che mi abbandona causa batteria scarica.
Non che sia indispensabile ma lavoro molto con gli rpm quindi ne sento la mancanza giro durante.
Sin da subito caldo fotonico con una max di 13° sul lago che se sommo alle gambe finite alla fine della salita Garda - Albisano (incrocio SP), racconta un'uscita con tanta fatica e poco divertimento.
Pensavo di aver superato i postumi dell'influenza della settimana scorsa ma le forze oggi latitavano.
Discesa fino a Ponton e poi, fatica per fatica, infilo la salita della Masua e poi la Negrar - Montecchio.
Agile agile perchè non avevo grandi sensazioni.

Chiudo con 92 km e 1042 mt+
Cadenza non pervenuta per via della batteria scarica.
Cardio che mi vede avere bpm per la fatica generale e non perchè abbia forzato.



Vedremo la prossima uscita.

Domenica 10 febbraio
Uscita bdc in una giornata che prometteva pioggia leggera in mattinata e così è stato ma la temperatura era tra i 5° e i 10° quindi tutto fattibile tanto più che sento sin da subito una gambetta che girava bene.
Sul lago tiro un gruppo senza avere cambi da Bardolino a Torri del Benaco e quando rallento tutti a ringraziarmi, un gesto che si apprezza sempre.

Barretta al volo e foto di giornata quindi vado a prendere la Torri - Albisano (incrocio SP) con il tratto finale chiuso e bypassato via breve sterrato con bdc in spalla.
Sull'intera salita battaglia con un trio e che mi vede essere superato da un duo nel penultimo tornante ma lasciarmi alle spalle il terzo. 
Insieme poi faremo un tratto fino ad Albarè per poi dividerci. 
Rientro via ciclabile e con pioggia oramai costante, seppur leggera, fino a casa.

Chiudo con 90 km e 611 mt+ 

Cadenza media in salita di 77 rpm e 90 rpm in pianura


Cardio di giornata che evidenzia il lavoro odierno (156 bpm di media e 182 max)
Ottime le sensazioni generali.

Per concludere, qualche foto dell'inaugurazione della Ciclostaria (la prima foto  con da sx: Norma, scrivente, Leo e Fabio Il Conte) vera e propria costola del negozio Fincato 23 (vendita e riparazione bdc/mtb/ebike/gravel/ciclocross/etc) e della futura omonima ASD.







































E' stato bello vedere tanti amici/amcihe e vedere i ciclisti fermarsi per uno spritz o una birretta.
Keep in touch!