ULTIMI POST PUBBLICATI

LIVE TRACKING : 23/9, 2017 (DALLE 0730)

LIVE TRACKING : 23/9, 2017 (DALLE 0730)
CLICCA PER ACCEDERE

sabato 13 maggio 2017

Cactus Chronicles: uscita bdc... a consumo (13/5, 017)

Bookmark and Share

Uscita bdc che, come recita il titolo, è stata a consumo, nel senso che l'ho adattata alle energie che mano a mano si esaurivano, con un fattore finora non previsto, ossia il primo vero caldo, che a fine giro ha consumato più velocemente quello che era rimasto.
Partenza poco prima delle 0800, direzione Lugo.
Temperatura di 15°, parto leggero, in estiva con antivento indossato e che a Quinto sparirà nella tasca posteriore.
Da Quinto a Lugo e Bellori ed inizierà la prima salita salita di giornata ovvero la Bellori-Fosse.
Sono 10 km circa, al 5.6% circa, con un tratto duro con media al 10% ma punte al 13.7%, come recita il nuovo gps per la bdc (Bryton 330 con cardio e sensore velocità/rpm).

Nei tratti in ombra umido a terra, ricordo della pioggia della notte appena trascorsa.
Tanta umidità anche nell'aria ma pedalando in salita sembra quasi evaporare del tutto.
Arriverò al gpm (prima foto del post) ed indosserò l'antivento, incrociando in discesa alcuni stradisti in salita.
Mi arriva messaggio di Luca (P) per un'uscita in mtb Verona - Corno d'Aquilio, con partenza alle 1330...ma io sono già in movimento.
A Peri vado a prendere la Ciclabile del Sole che mi porterà a Zuane

A Zuane, sul tratto più duro, mi aggancia bel duo tirato, al quale mi metto a ruota, salvo poi vedere che uno dei due esplode...forse perchè era in invernale...mah...
Loro girano a sx mentre io svolto direzione Caprino, dove inizio la seconda salita di giornata ossia la Caprino-Prada Alta

Sono 16 km circa con pendenza media del 5.7% ma con punte del 14%, seppure per poche decine di metri.
Fino a Lumini più impegnativa (e dove becco, mi pare, Arduini in discesa e ci salutiamo a vicenda)
A Prada fa più fresco ma niente a che vedere con qualche settimana fa.
Le nuvole coprono quota 2000 mt, i rifugi Fiori del Baldo e il Chierego non sono visibili.

Al gpm vedo stradista che smonta la ruota e gli chiedo se ha bisogno d'aiuto.
Mi ringrazia ma dice che era solo una foratura e che non capisce dove sia successo.
Ciacoliamo un poco, poi ci salutiamo.
Appena inizia la discesa ne becco un'altro con la ruota bucata...
Segni premonitori?
Meglio non pensarci...
Giù verso San Zeno di Montagna.
Aria tersa e il Lago di Garda - con il Monte Pizzocolo con la solita nuvoletta di Fantozzi - è ben a fuoco, da Peschiera e Riva del Garda.

Da San Zeno sarà Castion e quindi Affi dove al Bicigrill consumo una meritata Coca Cola, il doping preferito dei ciclisti.
Da Affi prendo la Ciclabile del Biffis e quindi arrivo a Verona dove vado a prendere la Salita delle Torricelle (lato via Mameli).
Sono 4,5 km con pendenza media del 4.6%.

Al gpm discesa e mi dirigo verso Montorio, per andare a prendere la Montorio-Castagnè.
Sono 12 km in tutto con pendenza media del 4% ma la salita vera è quella da Montorio al Pian (5,3 km, pendenza media 5,4%).

Affronto la salita agile, il caldo comincia veramente a farsi sentire, il termometro di Montorio, seppure al sole, segnava 32°.
Mi sverniciano 3 stradisti ma erano freschi, tutti e tre salutano per primi, forse avevano capito che non avevo appena iniziato, essendo sudato, con antivento nella tasca posteriore ed un paio di barrette.
O forse erano solo ciclisti educati...
Al gpm discesa e mi dirigo verso Lavagno ma devio per prendere la Salita di San Briccio.

Sono 2,2 km con pendenza media del 6.2% e punte del 10%.
La subisco, ho finito l'acqua, c'è un caldo allucinante ma confido nella fontana al gpm.
Al gpm riempio la borraccia e va meglio.
Discesa e vedo che manca poco a superare i 2500 mt+ quindi sulla statale devio verso Mezzane ed una volta superato l'obiettivo faccio dietro front, anche perché ho poca acqua, quindi mi dirigo verso San Martino B.A.
Mi fermo ad un bar per una coca e mi ritrovo circondato da Ultras dell'Hellas, intenti a vedere la partita del Verona.
Volano i porchi, bevo la mia coca e riparto per terminare il giro.
Prenderò per le Ferrazze, quindi Montorio e Verona.

Chiudo con 165 km e 2663 mt+ di ascesa accumulata.

Ora prossima settimana, se il meteo tiene, mi avventuro in una Randonnèe organizzata di 200 km.
Keep in touch!

Nessun commento:

Posta un commento