ULTIMI POST PUBBLICATI

LIVE TRACKING IL: 21/5/2017 (0730-1700)

LIVE TRACKING IL: 21/5/2017 (0730-1700)
CLICCA PER ACCEDERE

mercoledì 25 marzo 2015

Upgrading my mtb for 2015

Bookmark and Share

Attualmente la mia mtb ha praticamente indossato la veste definitiva 2015. 
Dopotutto si tratta sempre di quella che era una top di gamma dell'Olympia fino al 2012 ovvero una Blast in carbonio, telaio full.
Premettendo che non cambio mtb ogni due anni, mi limito ad upgrades man mano che i prezzi scendono e si trovano delle occasioni da non farsi sfuggire.
Per il 2015 avevo messo in conto di cambiare i cerchi, mettere il reggisella telescopico e cambiare la forcella.
Spese non da poco visti i prezzi.
Quindi ho cominciato mesi e mesi fa a mettere soldi nel salvadanaio.
Il problema è che di salvadanai ne ho diversi tra i quali le nostre due settimane di vacanze al mare (Isola d'Elba, again), alle quali non rinuncio di certo per risparmiare i soldi per cambiare mtb.
Meno male che il mutuo è finito da un anno.
Comunque...
Per i cerchi avevo pro e contro.
Il pro, i prezzi bassi visto che sono uno di quelli sfigati che ha ancora la 26 e quindi i prezzi dei componenti sono ai minimi storici.
Il contro è che necessitavo di Quick Release, sempre piu' difficili da trovare.
Mesi di ricerca su internet e non, ed alla fine mi porto a casa per 350 euro due fantastici Mavic Crossmax ST (mediamente costavano almeno 700), ossia quella che in origine era la scelta number one.

Le Mavic Crossmax ST sono la proposta di punta per uso trail/all mountain o l’escursionismo alpino su terreni impegnativi.
Lato coperture davanti, al posto delle consumate Geax Saguaro, metto le Maxxis Crossmark 2.1 UST 

mentre al posteriore confermo le Geax Sturdy 2.25, ottime su off road tecnico, 

mantenendo quindi una configurazione con la quale ho molta confidenza e mi permette veloci cambi di direzione e guida sul front e aderenza totale sul posteriore sui terreni che prediligo maggiormente ovvero i percorsi tra il Marathon e l'All Mountain. Chiaramente tutto tubeless.
Lato reggisella telescopico è stato più' difficile prendere la decisione. Prezzi alti ma che giustificavano l'affidabilità del prodotto su alcuni e prezzi più' contenuti con qualche problema da tenere conto per altri. Decine di recensioni lette in italiano, inglese e francese oltre alle domande rivolte direttamente ad amici e conoscenti.
Alla fine opto per un top di gamma ovvero il Rock Shox Reverb che però riesco a portare via on line su un sito francese a soli 189 euro e che scelgo nella misura 100 mm con comando remoto sx che però monto rovesciato sulla dx.
Rimaneva la forcella. 
Con la musina che piangeva occorreva trovare una soluzione efficare.
La Recon Gold non era da buttare, tre anni fa il prezzo era attorno ai 450 euro e prenderne una nuova sotto quel prezzo non lo ritenevo intelligente.
Penso quindi ad una manutenzione e decido di passarla da 80mm a 100mm di escursione visto che spesse volte nei miei raid ed escursioni è capitato arrivasse quasi a fine corsa. 

Alla fine decido per la manutenzione e di portarla a 100 mm, operazione possibile su questo tipo di forcella (la Gold può essere variata tramite distanziatori da 80 a 120 mm).
La forcella quindi ha ora la stessa escursione dell'ammo posteriore. Posizione leggermente variata e sono state necessarie alcune uscite per prendere confidenza ad una posizione piu' freeride.

Con modica spesa monto un guidacatena che mi risolve i salti di catena che talvolta occorrevano e due nuovi dischi da 160 oltre a sostituire i vari cavi freni e cambio.
Possibile che vada a cambiare le manopole e forse i comandi freni ma non sono una priorità in quanto possono ancora fare tutto il 2015 così come il gruppo Sram con doppia 38/24 e pacco pignoni 12/36 e i freni Avid Elixir.
Pronto quindi per le prossime impegnative escursioni (già iniziate) e i raid del 2015.
See ya!

Nessun commento:

Posta un commento