ULTIMI POST PUBBLICATI

LIVE TRACKING IL: 27/5/2017 (0700-1700)

LIVE TRACKING IL: 27/5/2017 (0700-1700)
CLICCA PER ACCEDERE

venerdì 1 aprile 2016

Cactus Chronicles: back on bike! (1/4, 2016)

Bookmark and Share



























Primo d'aprile...
Nessun pesce, nessuno scherzo ma un bel regalo con la luce verde dell'ortopedico e così sono rimontato in bici dopo un mese circa dall'operazione in artroscopia al ginocchio destro con meniscectomia mediale selettiva e lateral release .
Un'uscita test per molte cose: il nuovo telaio in carbonio, i nuovi cerchi, la nuova posizione ma sopratutto il ginocchio destro. Sono in piena fase riabilitativa e così, dopo settimane di elettrostimolazione, magnetoterapia, spinning e tavoletta propriocettiva, è arrivato il momento di pedalare... nel mondo reale. L'ortopedico ordina niente salite, solo chilometri in pianura/falsopiano e pedalata agile.
Passo dal Poltro al Chievo per due ciacole  e anche lui - con esperienza di ginocchia operate - mi consiglia di evitare anche la sola salita di Rivoli. Il ginocchio è come nuovo, tutto funziona perfettamente, nessun dolore, nessun fastidio.
I battiti salgono subito per poi abbassarsi ma sempre oltre il mio standard per questo percorso e per la velocità... ma ora va bene così.
Per la statistica bpm medio di 154 e max 184.

Il percorso è un gradevole Verona - Rivoli a/r via ciclabile.
























Temperatura dell'aria tipica di una primavera piena ed ancora una volta si conferma a puttane il mio sistema di termoregolazione perché sono in estiva con manicotti che ben presto metterò nella tasca posteriore.
Molti stradisti incrociati, pochissimi in estiva e la maggiorparte coperti manco fossimo a fine inverno con antivento, smanicati, corsari e taluni con l'invernale leggera.
Al ritorno sento ogni tanto che il cuoio del fondoschiena ha perso un po di durezza dopo 4 mesi pieni di stop.

Se ne vanno via 60 km e 233 mt+ che sarebbero poca cosa se non sapessi che cosa è successo negli ultimi mesi.
























Una sensazione di appagamento, di intima felicità che solo chi ci è passato può pienamente comprendere.
Un grazie ed un saluto a tutti coloro che in questi mesi mi hanno contattato via mail/blog/social networks/cellulare per sapere come stavo.
E nei prossimi giorni  nuovamente sui pedali...

1 commento: